Come leggere l’etichetta energetica frigoriferi professionali

L’etichetta energetica frigoriferi professionali è obbligatoria per legge dal 1 luglio 2016. Ogni frigorifero professionale, ogni freezer professionale dovrebbe averla.
Non tutti i produttori hanno recepito da subito la normativa, tuttavia, se arrivasse un controllo, anche da un rivenditore, la multa per la mancata esposizione se l’acquisto è successivo a luglio 2016 potrebbe essere salata.

La normativa che nelle attrezzature per la ristorazione inserisce l’etichetta energetica è di origine europea, il Regolamento 2015/1094/Ue, sostituisce in Italia il regolamento del Ceced, di iniziativa privata, che riuniva alcuni produttori e aveva classi numeriche. 

etichetta energetica frigoriferi professionali

Perché è importante saper leggere l’etichetta energetica frigoriferi industriali?

Perché, se stai facendo un acquisto, devi sapere come paragonare due apparecchiature. Non c’è solo la classe alfabetica, come nel domestico con l’aggiunta di uno o diversi più (A+).

Sono due i parametri da tenere presente: oltre alla classe energetica che va da G ad A, anche i range termici dell’ambiente entro cui questa classe energetica è tale.

EL_727247_1_1_727247.jpgurl.jpg

Facciamo un esempio:

Questo frigoriferi professionali ad una porta sono in classe C e classe D. Lasciamo stare la capienza, che per dovere di cronaca, è difficilmente paragonabile in quanto il primo è un teglie pasticceria 60X40 cm, l’altro un teglie gastronom 2/1. Anche i litri effettivi, infatti, sono diversi.

Quello a destra ha superato i test dentro un ambiente 5, di 40°C e al 40% di umidità. L’altro, invece, in classe ambientale 4, a 30°C e al 55% di umidità. Garantisce quei kilowatt all’ora annui solo in queste condizioni, altrimenti le performance potrebbero essere di gran lunga peggiori. ananas

E’ bene, sempre, quindi, controllare l’etichetta energetica all’atto dell’acquisto.

Date le alte temperature sempre presenti nelle cucine, potendo permettersi la differenza di prezzo nell’immediato, scegliere un frigorifero o un freezer industriale testato in una classe climatica più alta è meglio. L’investimento alla lunga si ripagherà non solo in termini di consumi in bolletta, bensì anche in spreco alimentare di quanto contenuto nell’apparecchiatura. Un frigorifero professionale che conserva meglio, fa durare più a lungo i prodotti. Per cui controlla l’etichetta energetica frigoriferi professionali e fai un acquisto consapevole!