Piastra induzione funzionamento

La piastra induzione funzionamento è elettrico. All’interno ha delle bobine dove scorre corrente elettrica alternata. La corrente produce un campo magnetico variabile. Questo, a sua volta, produce una forza elettromotrice che genera correnti elettriche. Queste vengono indotte in masse metalliche conduttrici che si trovano immerse nel campo magnetico e generano calore.

Per questo l’induzione ha questo nome. Per questo, soprattutto, non funziona senza le pentole, costruite con i metalli conduttori adeguati. I consumi, quindi, si abbassano notevolmente. Basta spostare la pentola e la piastra induzione smette di funzionare.

piastra induzione funzionamento

Piastra induzione funzionamento

Le piastre ad induzione sono un’attrezzatura duttile, perché è possibile modulare il calore, sia su bassissime temperature, sia – con grande velocità di trasmissione del calore – su alte temperature.

Il grosso vantaggio si ha nel risparmio energetico, ma anche per la pulizia del piano, che resta freddo. Questo non vale al 100% su cotture molto lunghe, per la dissipazione del calore catturato dalla pentola che si trasmette poi al vetro con cui è realizzato il piano.

Per evitare che correnti derivate attraversino i metalli e arrivino nel corpo è consigliabile utilizzare solo metalli per induzione ed evitare altri utensili da cucina.

Per avere una piastra induzione funzionamento con i migliori risultati possibili è necessario avere a disposizione da 2,5 a 5 Kw per fornello. Il punto di forza dell’induzione è la sua velocità di cottura, davvero impressionante se rapportata, ad un piano simile in vetroceramica.

Se vuoi vedere quanto costano e come sono le piastre induzioni portatili professionali, dai un’occhiata al nostro negozio.