cutter industriale

Cutter industriali

Chi lo sa il cutter cos’è? Cutter industriali per alimenti, s’intenda.

In una cucina professionale i cutter industriali sono quello che le massaie volgarmente chiamano il robot da cucina. Sono composti da un contenitore di diversi litri in plastica (o, meglio, in acciaio inox) con un coltello al centro, questo sì metallico. Anche il bimby, per intendersi, fa parte di questa categoria. A differenza del cutter, però, cucina.

Il nome cutter non è italiano. Deriva dall’inglese. Il verbo to cut significa, infatti, tagliare o sminuzzare. Nel caso specifico, i cutter industriali, con particolari coltelli hanno la possibilità anche di emulsionare gli alimenti.

cutter industriale

Cutter industriali caratteristiche

Può definirsi tale un’attrezzatura che ha una capienza dai 2,5 ai 18 litri. A decretare la qualità e il prezzo dei cutter è il recipiente e la potenza del motore che decreta i giri al minuto che il coltello è in grado di fare. Di solito sono apparecchiature da banco. Tuttavia, nel caso di particolari utenze, come grandi mense o case di riposo, ci sono anche macchine da pavimento.

Il recipiente può essere in plastica o in acciaio inox, più resistente e facile da pulire.

Per la velocità dei cutter si va dai 1500 giri al minuto a 3000 giri al minuto. La velocità può essere unica, doppia o variabile, con comandi manuali o digitali.

La potenza elettrica si attesta tra i 0,3 Kw e i 3 Kw.

Le lame possono essere lisce, per tagliare e microdentate per fare emulsioni, salse e ganache che restano perfettamente amalgamate nel tempo.

Infine i cutter possono essere combinati e avere anche, nella stessa macchina, la funzione di tagliaverdure.

Per vedere i costi di questo prodotto dai un’occhiata al nostro negozio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *