tritacarne barcellona sirman

Macchina tritacarne: come funziona?

Ma la macchina tritacarne come funziona e quali sono i suoi utilizzi? Una macchina tritacarne è uno strumento professionale usato in cucina, in particolare nell’industria alimentare per tritare. Ridurre in pezzi piccoli di dimensione omogenea serve per ottenere carne trita o macinato. Questo strumento viene utilizzato anche per altri alimenti di consistenza similare come il lardo, le cotenne e componenti di ripieni.

È costituito da una corpo contenente una camera cilindrica con due aperture: una posta sopra, per l’alimentazione, l’altra  in testa per la fuoriuscita del composto. Un'”elica” provvede far avanzare il materiale e a spingerlo contro la piastra forata che chiude il lato di uscita della camera. Un coltello posto tra l’elica e la piastra taglia il materiale fino a che le sue dimensioni gli permettono di passare nei fori della piastra. Ecco, quindi, come funziona una macchina tritacarne: uno strumento facile da utilizzare, ma indispensabile in macelleria.

Macchina tritacarne: elettrica o manuale

La macchina tritacarne può essere di due tipologie: elettrico o manuale.

I tritacarne manuali sono di piccole dimensioni, adatti ad un uso principalmente casalingo, poiché la forza applicata manualmente non può applicarsi ad una grossa quantità di materiale.

I tritacarne elettrici, invece, sono dotati di un motore elettrico, mono o trifase. Vi sono modelli di piccole dimensioni per uso artigianale, per macelleria o piccoli salumieri, oppure modelli industriali, per la produzione con elevate quantità di prodotto. Possono essere utilizzati anche per macinati molto fini come i würstel, grazie ai sistemi più sofisticati.

Se vuoi scoprire come scegliere il tritacarne leggi questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *