Forno a vapore

Il forno a vapore è un’invenzione recente che risale agli anni ’90. Questo tipo di forno è nato a livello professionale, ma oggi sul mercato si trova anche il forno a vapore per casa.

forno a vapore

Forno a vapore: come funziona?

Questo tipo di forno inietta l’acqua attraverso il boiler o direttamente nella camera del forno. Si tratta di uno strumento adatto per la cottura di grandi quantità di cibo a vapore. In genere, viene utilizzato sopratutto per le verdure e cuoce alla temperatura di 100°C per mantenere inalterato il colore e il sapore.

La cottura a vapore è sana e mantiene intatte le proprietà nutritive dei vegetali. Per le carni e i pesci, è utile soprattutto per mantenere morbida la materia prima e non avere un sostanzioso calo peso. Per questo il forno a vapore professionale è più diffuso che a livello domestico.

Per utilizzare questo forno forno sono necessarie le teglie forate più o meno alte. Questo evita che l’acqua si fermi sulla teglia cuocendo troppo solo la parte a contatto con il prodotto.

Se si vuole cuocere con un forno di questo tipo, ad una temperatura più alta è fondamentale che abbia il boiler per far in modo che non perda temperatura iniettando acqua fredda o che non ci sia sufficiente vapore in camera. In tal caso è consigliabile avere un forno a convezione vapore, altrimenti detto forno combinato.

Una volta esisteva il respect, che era un forno solo ed esclusivamente a vapore. Oggi a livello casalingo e professionale i forni sono praticamente tutti combinati. Tra i principali sostenitori della necessità del vapore per le cotture professionali c’è l’azienda tedesca Rational. A livello domestico quasi tutte le grandi marche oggi producono un forno a vapore, ma tra le prime a imporsi c’è stata sempre una ditta tedesca Miele.

Scopri di più nel nostro negozio online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *