Pacojet Italia

Pacojet Italia non esiste. L’importatore unico di Pacojet è Sirman. La macchina è prodotta in Svizzera. E’ brevettata, dunque, non può essere copiata esattamente così com’è. 

pacojet italia

In tanti hanno cercato di imitare l’originale svizzero, che non ha una sede italiana, bensì solo  un’importatore ufficiale, come già detto.

Il pacojet Italia, comunque, ha tanti gemelli diversi: non è il solo strumento presente sul mercato.

Quali altri strumenti simili si possono trovare oltre a Pacojet Italia?

Il rowzer, per esempio, è un macchinario che consente di fare mousse, sorbetti e salse come il pacojet. Si tratta di un apparecchio che ha un coltello in grado di girare a velocità elevate e scongelare piccole porzioni di prodotto. Con questo sistema il cibo si emulsiona perfettamente. Il rowzer è prodotto dalla Taurus, grande gruppo spagnolo di attrezzature alberghiere.

Dal 2019 c’è sul mercato anche il processatore ed emulsionatore Rowzerplus, che ha performance più alte. Un po’ come è successo con il vecchio Pacojet 1, quando si è passati al Pacojet 2. Il kit di bicchieri è sempre identico. Lo schermo spagnolo è, però, ben più grande di quello svizzero. E’ interamente a colori. Ha un sistema di lavaggio integrato del coltello, come il cugino svizzero.

In Italia si può reperire da vari rivenditori e ha un costo di listino leggermente inferiore, si parla di qualche centinaio di euro, rispetto al vero pacojet. Così come tutte le imitazioni, del resto.

Sono stati mai costruiti Pacojet Italiani?

Anche un’azienda italiana, la Vitaeco, ha riprodotto uno strumento per pacossare: lo hanno chiamato Hotmix Pro Giaz e ha, rispetto all’orignale pacojet svizzero, bicchieri anche più capienti, fino a 1,8 litri. Dopo aver riprodotto il bimby, ha cercato di mimare anche il più famoso strumento svizzero, per occupare una fascia di mercato più ampia di professionisti della ristorazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *